Carrara, la città scolpita nel marmo

Carrara (Carara in dialetto carrarese) è la città nella Provincia di Massa Carrara collocata più a Nord al confine settentrionale della Toscana, incastonata ai piedi delle Alpi Apuane. Ricca di cultura e tradizioni, Carrara è famosa in tutto il mondo per le sue Cave di Marmo bianco che dai tempi dei Romani viene estratto ed esportato in ogni dove inoltre Carrara è ricca di luoghi inediti e particolari da visitare. Grazie alla presenza del marmo, Carrara è da sempre un luogo in cui l’arte ha potuto fiorire e svilupparsi, basti pensare che molti scultori importanti, tra cui Michelangelo e Canova, si recarono personalmente alle Cave per scegliere i blocchi di marmo da utilizzare per realizzare opere come la Pietà esposta a San Pietro a Roma.

Bianca come il marmo, buona come il lardo. Il territorio di questo comune è costellato di frazioni e paesini, ognuno dei quali possiede caratteristiche tipiche della zona, ma uniche nelle loro differenze: c’è Colonnata, famosa per il suo Lardo IGP che viene stagionato in conche di marmo, ragion per cui il suo sapore è unico e delicato; Bedizzano, scelto come residenza estiva dal principe Alberico Cybo Malaspina, ricco di costruzioni signorili dell’epoca; Campocecina, soprannominata “terrazza naturale” poiché offre la vista mozzafiato di paesaggi da cui si raggiunge la Cava dei Poeti, in località Morlungo, e il Parco della Memoria, in cui si trovano le statue del XIV Simposio Internazionale di Scultura dedicato alla Shoah. Tutta la storia e le particolarità dei luoghi in questo comune sono strettamente legate al marmo, infatti grazie a questa pietra bianca molto pregiata Carrara ha da sempre goduto di una fama internazionale e questi luoghi hanno potuto sviluppare le loro attività rendendole uniche al mondo grazie all’intraprendenza dei suoi abitanti, che ne hanno saputo sfruttare al meglio le caratteristiche.

La Lizzatura del marmo. La città di Carrara è ricca di iniziative ed eventi, uno dei più interessanti e suggestivi è la Lizzatura, vale a dire la rievocazione storica del metodo di trasporto dei pesanti blocchi di marmo lungo le vie di lizza, dalle Cave fino a fondo valle, che si tiene ogni anno nel mese di agosto. La Lizzatura è un metodo che viene fatto risalire all’epoca egizia, tramite il quale i blocchi di marmo vengono fatti scivolare su grosse travi lignee, trattenuti da corde e vengono trasportati a valle lungo le ripide strade delle cave; una volta, prima dall’avvento del treno, venivano utilizzati grossi buoi per arrivare al porto dove i blocchi venivano caricati e spediti nel resto del mondo.

Una veduta della centralissima Piazza Alberica

Non di solo marmo vive Carrara, ma anche di eventi e fiere. Tuttavia Carrara non è soltanto Cave e arte, infatti possiede uno sbocco sul mare e ampie spiagge sabbiose; nella zona di Marina di Carrara sorge il porto, costruito negli anni trenta del secolo scorso, e tappa fondamentale di numerose crociere. Poco lontano dal porto, sorge la grande struttura di Carrara Fiere, che organizza nel corso dell’anno numerosissimi eventi di diversa natura come fiere e congressi oltre al Carraramarble Weeks, che porta nelle strade e nelle piazze del centro storico una serie di convegni, mostre e installazioni riguardanti il marmo. Negli spazi del Carrara Fiere viene organizzata anche la September Fest, vale a dire la Festa della Birra che è simile anche se in scala ridotta alla Oktober Fest di Monaco di Baviera.

Carrara è una città che, letteralmente dalla dura pietra, ha costruito la propria cultura e le proprie tradizioni ed è proprio per questa sua caratteristica di pragmaticità che descrivere a parole le bellezze presenti in tutto il suo territorio non è sufficiente. In sostanza, bisogna venire e vedere per apprezzare.