Le tradizioni culinarie dell’alta Toscana: il vino

Il territorio dell’alta Toscana si è dimostrato molto fertile nel corso dei secoli donando ai suoi abitanti ogni ben di dio ma la coltura che lo ha reso più famoso è la vite.

Vino per tutti i gusti.
Le colline della Lunigiana offrono diversi vini: il Colli di Luni D.O.C., il Val di Magra I.G.T. e il Candia dei Colli Apuani D.O.C. .

Il Colli di Luni D.O.C. viene coltivato dai 70 fino ai 450 metri s.l.m. e ha ottenuto la denominazione di origine controllata nel 1990 sulle due tipologie di vino prodotto, il Vermentino bianco e il rosso. Il bianco viene prodotto quasi esclusivamente con vitigno Vermentino ed è indicato per i piatti di pesce e crostacei, mentre il rosso si sposa bene con la cucina lunigianese a base di carne rossa, cacciagione, minestroni e formaggi.

Il Val di Magra I.G.T. ha ottenuto il riconoscimento nel 1995, viene prodotto sulle colline lunigianesi della Val di Magra, comprendendo i territori da Pontremoli ad Aulla ed è composto da uva di vari vitigni per il bianco, il rosato e per il rosso. Le tre tipologie di vino dal sapore pieno si accompagnano perfettamente alla cucina lunigianese.

Il Candia dei Colli Apuani D.O.C. è un vino che viene prodotto esclusivamente nella provincia di Massa Carrara e ha ottenuto il riconoscimento D.O.C. nel 1981. È per lo più un vino bianco in tre versioni: amabile, secco e malvasia; da bere preferibilmente quando è giovane, il Candia dei Colli Apuani si può accompagnare con qualsiasi tipo di pasto, dal salato al dolce.

Lungo le Strade del Vino di Toscana ci sono 2000 anni di storia da scoprire.

La Toscana con il suo territorio collinare è un luogo ideale per la viticoltura, infatti come abbiamo visto esistono diversi tipi di vino prodotto in Toscana. Cosa più importante, è possibile vedere di persona i percorsi del vino seguendo le Strade del Vino di Toscana; in sostanza si tratta di vari percorsi enogastronomici alla scoperta della viticoltura, che su queste colline iniziò in epoche remote.