Lunigiana e Garfagnana: tra storia e natura

A nord della Toscana, sorgono due territori ricchi di storia e di bellezza naturali: la Lunigiana e la Garfagnana. Queste terre montuose sono state teatro di eventi importanti sin dall’epoca dei Romani, che vi si stabilirono a partire dal I secolo a.C. e contribuirono a svilupparne i collegamenti attraverso la costruzione della via Aurelia e del porto di Luni. Grazie alla presenza delle montagne boscose, queste zone toscane ebbero un ruolo importante anche nella Seconda Guerra Mondiale e di fatto entrambe le Province di La Spezia e di Massa e Carrara sono state decorate di Medaglia d’Oro al Valor Militare per la Resistenza.

Lunigiana, terra di borghi medievali. Racchiusa tra Appennino Tosco-Emiliano, Alpi Apuane e Mar Ligure (Mar Tirreno), la Lunigiana è un territorio che si estende sulle due Province limitrofe di La Spezia e Massa e Carrara. Il suo nome deriva dall’antica città romana di Luni, fondamentale per il porto da cui il pregiato marmo bianco carrarese veniva spedito a Roma. Disseminate sulle montagne ci sono le città lunigianesi, tra cui Aulla, Comano, Fivizzano, Fosdinovo, Pontremoli, Sarzana e Zeri. Ognuna di queste città si presenta come un borgo signorile, indicato per passare il tempo rilassati facendo passeggiate tranquille e lasciandosi affascinare dai secoli di storia vissuta da questi luoghi. Un lascito importante sono i castelli e i manieri di epoca medievale, ma anche le numerose chiese, pievi e maestà sparse sul territorio; inoltre la memoria storica di questi luoghi è tenuta ben viva dai numerosi musei, quali: Il Museo delle Statue Stele lunigianesi, il Museo Etnografico della Lunigiana, il Museo di Storia Naturale della Lunigiana ad Aulla, il Museo del Territorio dell’Alta Valle Aulella a Casola in Lunigiana, il Museo dell’Emigrazione della Gente di Toscana, senza dimenticare l’Orto Botanico dei Frignoli a Fivizzano. Per quanto riguarda l’enogastronomia, basti dire che questa zona ha una tradizione culinaria povera di ingredienti ma ricca di gusto, ad esempio ci sono i panigacci, sottili focaccette da mangiare con i formaggi freschi e i salumi del luogo, da accompagnare con i vini prodotti in Lunigiana, che hanno ricevuto il riconoscimento I.G.T. “Val di Magra”.
 

Natura e relax in Garfagnana. La Garfagnana è un territorio montano a nord della Toscana, appartenente alla Provincia di Lucca, delimitato dalla Lunigiana a Nord, dalla Versilia a Ovest, dall’Emilia-Romagna a Est e dalla Lucchesia a Sud. La grande area montuosa possiede caratteristiche paesaggistiche di grande bellezza, tant’è vero che solo in questa zona si incontrano tre aree naturali importanti, quali il Parco dell’Orecchiella, il Parco Regionale delle Alpi Apuane e il Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano. È un territorio indicato per chi ama la natura, dove è possibile fare escursioni e riuscire a vedere la fauna selvatica che vi abita, soprattutto nella Riserva Naturale dell’Orecchiella. Inoltre la Garfagnana offre un gran numero di attività da praticare nel rispetto della sua flora: ci sono due grandi laghi in cui è possibile pescare, il lago di Isola Santa e il Lago di Vagli, un grande bacino idroelettrico nel cui fondale sorge il paese di Fabbriche di Careggine, visitabile unicamente quando il lago viene svuotato; a Fornovolasco c’è la Grotta carsica del Vento, è vecchia di 200 milioni di anni ma ancora in formazione, veramente da non perdere. E se nel corso della visita sopraggiunge la fame, la Garfagnana ha una grande tradizione culinaria tipica, che come per la Lunigiana ha ingredienti poveri ma ricchi di sapore e si basa soprattutto su salumi, formaggi e pane senza dimenticare il vino di Candia dei Colli Apuani Doc.

Quelle elencate sono solo alcune delle attività che si possono fare in queste bellissime zone, a questo punto rimane soltanto da visitarle per scoprirne tutte le caratteristiche.